Villa dei Misteri – Affreschi

La Villa dei Misteri è una tappa obbligata per chi viene a visitare gli scavi di Pompei.
Gli affreschi del triclinio, i più universalmente conosciuti e finiti di restaurare nel 2015, sono infatti tra i meglio conservati  di tutta la pittura antica, motivo per cui non potete perderveli!

Per accedere subito al parco archeologico di Pompei scavi senza fare la coda, vi suggeriamo di procurarvi il biglietto on line.  
Avrete diritto all'accesso prioritario.

Villa dei misteri Pompei 

Gli affreschi sono caratterizzati da pochi elementi architettonici in prospettiva (nella parte inferiore c'è un ripiano, delle lesene dividono lo sfondo in riquadri, nella parte superiore c'è un fregio composto da tre fasce).
Rappresentano, con numerose megalografie (figure rappresentate ad altezza naturale), un rito di iniziazione ai misteri dionisiaci (dal cui il nome della villa).

i personaggi dipinti, in pate reali, in parte mitologici, sono raccolti in gruppi che si dispongono contro il rosso della superficie di fondo e sono incorniciati dalle lesene e da un fregio a meandri.

Le scene

1 ^ scena

Mentre un fanciullo legge le procedure da seguire, una giovinetta che reca un vassoio con delle offerte si muove verso delle donne intente a un rito di purificazione con l'acqua (lustrazione).
Sileno, il maestro di Dionico, suona la cetra, in una scena pastorale, che comprende un satirello e una panisca (abitante dei boschi seguace di Pan), mentre una donna è atterrita, forse nel vedere la fustigazione rappresentata nella parete di fronte.

2^ scena

Nella scena successiva è di nuovo presente Sileno, che offre da bere a un satirello e assiste alle nozze di Dioniso e Arianna, mentre un demone alato, dalle forme femminili, è pronto a colpire con una verga la giovane donna che si pensa subisca il rito di iniziazione.
La fanciulla inginocchiata è accolta da una donna seduta, che le accarezza i capelli, mentre  una baccante danza.
Tutto il rito si svolge sotto la supervisione della padrona di casa che  raffigurata seduta.

Alcuni sostengono che il ciclo di affreschi rappresenti un rito di preparazione alle nozze (come le nozze Aldobrandine conservate nella Biblioteca Vaticana). In questo caso la fanciulkla inginocchiata, ovvero la futura sposa , sarebbe solamente spaventata dal mistero del matrimonio, quindi cerca conforto tra le braccia della nutrice, mentre la presenza di Dioniso e Arianno significherebbe l'amore coniugale.

Per avere altre informazioni sulla bellissima Villa dei misteri consultate QUI la nostra pagina dedicata. 

dOVE SI TROVA
sCAVI DI POMPEI ORARI

Dal 1 novembre al 31 marzo 
9.00 - 17.00 (ultimo ingresso alle 15.30).
Sabato e domenica apertura ore 8.30. 

Dal 1 aprile al 31 ottobre 
9.00 - 19.30 (ultimo ingresso alle 18.00).
Sabato e domenica apertura alle 8.30

Chiuso il 1 Gennaio, il 1 Maggio e il 25 Dicembre

By continuing to use the site, you agree to the use of cookies. more

The cookie settings on this website are set to "allow cookies" to give you the best browsing experience possible. If you continue to use this website without changing your cookie settings or you click "Accept" below then you are consenting to this.

Close